Le discipline olistiche si occupano del benessere dell’individuo visto come unità di corpo, mente e spirito. Vivere uno stato di benessere significa essere in armonia con sé stessi, con gli altri e con l’ambiente che ci circonda.

Il termine olistico (dal greco olos, totalità) è stato coniato negli anni venti da Jan Smuts, un intellettuale e filosofo sudafricano. Smuts definì l’olismo come la tendenza in natura a formare interi che sono più grandi della somma delle singole parti che li compongono. Il tipico esempio di struttura olistica è proprio l’essere umano: se prendiamo in esame soltanto la sommatoria delle singole parti materiali che lo compongono non possiamo descrivere la vita nella sua totalità. Emozioni, espressioni, attitudini, atteggiamenti e sentimenti non sono riconducibili a fenomeni biochimici, ma rappresentano uno stato d’essere presente soltanto negli esseri umani che li contraddistingue al di sopra delle altre specie viventi.

Noi tutti ci possiamo considerare la somma di tre fattori: ciò che facciamo, ciò che mangiamo e ciò che pensiamo. Per mantenere un buon livello di benessere non è possibile coltivare e sviluppare questi aspetti uno alla volta, ma è necessario prenderli in esame e migliorarli tutti e tre insieme. L’essere umano ideale è colui che coltiva queste tre qualità (agire, mangiare e pensare) in modo fluido e costante: le persone in grado di seguire questo modo di vivere saranno libere di esprimersi, di muoversi e di vivere la vita in modo pieno e soddisfacente.

Attraverso l’applicazione delle tecniche olistiche integrate alla medicina e alla fisioterapia è possibile raggiungere e mantenere un livello di salute ottimale. Con il concetto di salute non s’intende l’assenza di sintomi, ma uno stato di benessere psico-fisico che permette all’organismo di funzionare in maniera dinamica e al massimo delle sue potenzialità. Non è una caso che il sostantivo “salute” derivi da salus, che significa salvezza. Salvarsi significa a sua volta tendere verso un ideale connubio fisico, psichico ed emotivo, un luogo dell’anima che possa far sentire l’essere umano completo, cosciente e realizzato nella sua totalità, capace di vivere appieno la propria vita consapevole delle proprie possibilità.

Le informazioni presenti in questo sito non si riferiscono a trattamenti di carattere medico e pertanto non vogliono sostituirsi alla medicina ufficiale, né in nessun modo contrastarla. Pertanto quanto scritto, indicato o consigliato non si sostituisce a nessun dispositivo medico o terapia in corso.
L’attività di “operatore olistico” è soggetta alla Legge 14 gennaio 2013 n. 4 pubblicata nella G.U. n. 22 del 26 gennaio 2013