fig409backmusclestrpPer comprendere la struttura dell’essere umano è necessario partire da un presupposto imprescindibile, ovvero che qualsiasi malessere è di natura multifattoriale. Ciò presuppone che anche il tentativo di riportare lo stato di benessere debba essere della stessa natura. Se prendiamo in considerazione l’apparato locomotore e in modo particolare il sistema muscolare secondo l’approccio classico, salta subito all’occhio che le risposte ai disturbi che lo colpiscono sono per lo più unidirezionali, orientate unicamente a risolvere i problemi a livello fisico.

heart-fieldL’organismo biologico è una struttura olistica (olos dal greco significa totalità, globalità) e in quanto tale non può essere ridotto alla sommatoria funzionale delle parti che lo costituiscono. Le antiche tradizioni parlano di forze che intervengono nel tenere insieme, nel regolare e anche nel determinare ciò che di fisico costituisce l’uomo. La cosa che più sorprende è che queste discipline, sebbene nate e sviluppate in angoli opposti del globo, pur partendo da presupposti diversi radicati nelle loro culture, arrivano alla stessa conclusione: esiste un’energia che è allo stesso tempo matrice e regolatrice della materia. Le millenarie tradizioni l’hanno chiamata con nomi diversi (Ki, prana, etere, aura, ecc.) che oggi giorno possiamo tradurre e raggruppare in un solo concetto: campo quantico.

Secondo i fisici quantistici nel campo quantico risiedono tutte le informazioni necessarie alla vita ed è il campo che ordina e coordina lo sviluppo della vita stessa. L’energia del campo è dunque informazione che l’organismo assorbe e trasforma in quanto immerso nel campo stesso: questa energia viene assorbita dal corpo per essere poi distribuita lungo specifici canali che la fanno arrivare in tutte le parti dell’organismo.chinese_meridians

La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) identifica questi canali con il nome di Meridiani Energetici, percorsi attraverso i quali l’energia del campo scorre in tutto il corpo e dal cui funzionamento dipende il funzionamento a livello fisico del corpo stesso. Se applichiamo queste teoria al sistema muscolare otteniamo risultati sorprendenti, primo fra tutti il fatto che il percorso dei Meridiani Energetici ricalca quello delle moderne Catene Muscolari, ossia un insieme di muscoli che, uniti insieme a livello funzionale, lavorano per permettere i movimenti.

Il massaggio olistico decontratturante parte da questi presupposto stimolando i Meridiani Energetici affinché la muscolatura connessa possa riprendere a funzionare correttamente. Per farlo vengono usate diverse tecniche che permettono un approccio alla persona dinamico e modulato in modo tale da creare di volta in volta un trattamento personalizzato, confortevole e funzionale.

Le informazioni presenti in questo sito non si riferiscono a trattamenti di carattere medico e pertanto non vogliono sostituirsi alla medicina ufficiale, né in nessun modo contrastarla. Pertanto quanto scritto, indicato o consigliato non si sostituisce a nessun dispositivo medico o terapia in corso.
L’attività di “operatore olistico” è soggetta alla Legge 14 gennaio 2013 n. 4 pubblicata nella G.U. n. 22 del 26 gennaio 2013